Il calendario Facebook

Verso Oslo 2010 / Albania

Come vedere il Festivali i Këngës dall'Italia

Ore 20.45. Attenzione, il satellite su cui trasmette TVSH, l'emittente di Stato albanese, non è Hotbird ma Eutelsat. Hotbird è il satellite che trasmette le principali piattaforme diffuse in Italia come SKY e Tivusat: Il Festivali i Këngës non si può vedere utilizzando i decoder che con ogni prbabilità sono presenti nelle vostre case.
Sulla rete Internet, il sito http://www.vitrinet.com trasmette la serata sul canale TVSH 2. Attenzione, se utilizzate Windows Vista il vostro PC riconoscerà il segnale come un virus, un malware o un altro tentativo non voluto di accedere al computer. Il risultato è che non vedrete nulla se non mofificate i settaggi di protezione del vostro PC.

26 dicembre: la serata dei duetti

Juliana Pasha e Soni Malaj

Juliana Pasha e Soni Malaj durante la serata dei duetti. Juliana Pasha è quella vestita come la professoressa Dolores Umbridge in Harry Potter e l'Ordine della Fenice.

Denisa Macaj e Olta Boka

I fan e i commentatori dell'Eurofestival hanno invece la loro favorita in questa Aria di Denisa Macaj, dalle atmosfere più classiche e ben costruite, ideale per commuovere i diversi pubblici d'Europa, se solo riuscirà ad accorciarla in modo efficace senza rovinare il carattere che la rende l'outsider numero uno.

Kejsi Tola e Voltan Prodani

La giovanissima Kejsi Tola duetta con l'autore della sua canzone Voltan Prodani, vestito come Federico Moccia. Se il vostro cronista fosse stato al liceo con una signorina così, ci avrebbe perso il sonno.

Claudio La Regina e Franco Scaravaglione

Il duetto arbëreshë di Claudio La Regina e Franco Scaravaglione porta un po' di Italia sul palcoscenico di Tirana: la fisicità di Claudio rende facile il paragone con Tony Dallara, mentre la delicatezza di Franco fa immediatamente venire in mente il modo di stare in scena di Renato Rascel.

Mariza Ikonomi & Vedat Ademi

La cantautrice Mariza Ikonomi mostra di ben possedere i fondamentali del global pop con quella La, la, la che ha cambiato titolo alla vigilia del Festival per strizzare l'occhio al pubblico internazionale.

Domenica 27 dicembre la finalissima del Festival della Canzone Albanese

Tutti dicono Juliana

Tirana, 27 dicembre 2009 - Tutto può certamente accadere, ma Juliana Pasha sembra sempre più la favorita per rappresentare il paese delle aquile all'Eurofestival di Oslo. Denisa Macaj appaere perdere lievemente terreno come possibile outsider, ma emergono altre possibili sfidanti come Anjeza Shahini, Flaka Krenali o Mariza Ikonomi. Improbabile la vittoria di un uomo.

Juliana Pasha, favoritissima per la vittoria finale

Juliana Pasha

Non sembra avere il fiato corto l'annunciatissima candidatura di Juliana Pasha alla prima posizione al 48° Festivali i Këngës. la cui serata finale è in programma questa sera. Qui a Tirana sono tutti abbottonatissimi, e nessuno pare volere sbilanciarsi sul nome dei possibili favoriti. Dopo essere arrivata sul podio nel 2007 e nel 2008 Juli Pasha potrebbe riuscire finalmente a cogliere quell'affermazione che la faccia rappresentare l'Albania all'Eurofestival di Oslo. La canzone è accattivante, eseguita senza sbavature, della giusta durata per superare senza ostacoli lo scoglio della semifinale eurofestivaliera. Ma non è ancora tempo di prenotare il viaggio in Norvegia: diverse concorrenti possono ancora sferrare il colpo decisivo e assicurarsi la vittoria al 48° Festivali i Këngës.

L'outsider

Il palco della 48ª edizione del Festival della canzone Albanese, disegnato dallo scenografo italiano Marco Canè

IL palco del Palacongressi

Denisa Macaj e la sua Aria è la preferita dai commentatori di tutta Europa, ma l'aria che tira qui è diversa. Si tratta senza dubbio di un'accreditatissima outsider, ma pur sempre di un'outsider. Le chances di insidiare la canzoncina di Juliana vanno senza dubbio distribuite diversamente. Gli autori di Aria sono però quegli stessi Adrian Hila e Pandi Laço già vincitori nel 2004, 2006 e 2007: i due hanno già dimostrato di sapere toccare le corde dei giurati d'oltreadriatico.

Anjeza Sahini ha già partecipato all'Eurofestival 2004, raggiungendo il settimo posto nella classifica finale, attuale record per quanto riguarda una canzone albanese in Europa: è tra le preferite dei fan eurovisivi internazionali e non ci stupirebbe un suo piazzamento, così come occorre fare attenzione a Mariza Ikonomi, la cui La, la, la, di cui la stessa Mariza ha scritto musica e testo ha tutte le carte in regola per farsi ricordare.

Erti Hizmo e Linda Halini propongono un duetto nella più classica maniera festivaliera: il motivo che portano in concorso è accademico e costruito su non originalissimi stilemi global-pop, ma il pubblico del Palazzo dei Congressi ha loro reputato uno dei migliori applausi.

Campione uscente

 Kejsi Tola durante le prove di sabato pomeriggio

Kejsi Tola

Kejsi Tola difende la vittoria conquistata nel 2008: il motivo che porta in concorso cresce giorno dopo giorno e lei sembra avere conquistato una maturità interpretativa ed espressiva convincente e affascinante. Il vostro cronista, che pur l'aveva conosciuta personalmente a Mosca, si era seduto accanto a lei durante le prove e l'ha riconosciuta solo una volta che è salita sul palco. Va seguita con simpatia e attenzione, ma non ci sembra abbia velleità di vittoria.

Dorina Garuci e Kamela Islami puntano tutto sulle canzoni uptempo: il motivo interpretato da Dorina riporta immediatamente alla mente Hero, presentata dalla svedese Charlotte Perrelli all'Eurofestival 2008. Flaka Krelani ha il vantaggio di esibirsi per ultima: la firma sulla sua Lë të bëhet çfare te doje è di Edmond Zhuliali, già vincitore nel 2008.

La presentatrice Miriam Cani prova il balletto di Chicago durante le prove di sabato pomeriggio

Miriam Cani

A completare il programma della finalissima due numeri coreografici: il primo, affidato alla bellissima presentatrice Miriam Cani, presenta il musical Chicago; nel secondo verrà proposto un ricordo del recentemente scomparso Michael Jackson.

Gli uomini in concorso paiono avere chances solo residuali: Pirro Çako e l'albanese di Macedonia Guximtar Rushani hanno in ogni caso un ottimo riscontro da parte del pubblico. L'applauso più grande, in scena e durante le prove, è andato a Bojken Lako, il cantante senza maniche che ha proposto una vera e propria suite, una canzone eterogenea composta di momenti musicali diversi che spaziano dal rock al folk: l'ascoltatore straniero può non essere conquistato dall'arte di Lako, ma perfino durante le compostissime prove cantanti e addetti ai lavori si sono sbilanciati in un caloroso apprezzamento alla canzone Love love love.

L'ordine di esibizione della serata finale

1) Pirro Çako
2) Erga Halilaj
3) Denisa Macaj
4) Rovena Dilo
5) Dorina Garuci
6) Anjeza Shahini
7) Erti Hizmo e Linda Halini
8) Juliana Pasha
9) Guximtar Rushani
10) Kejsi Tola
11) Teuta Kurti
12) Flaka Krelani
13) Bojken Lako & Banda Adriatica
14) Goldi Halili
15) Stefi e Endri Prifti
16) Iris Hoxha
17) Claudio La Regina
18) Era Rusi
19) Mariza Ikonomi
20) Kamela Islami

Speciale Albania

48°Festivali i Këngës

Mosca 2009

Le 54 edizioni



Condividi questa pagina

Condividi questa pagina e il sito Eurofestival.com con la tua comunità di amici!

La canzone Fairytale di Alexander Rybak si aggiudica la 54ª edizione del Concorso Eurovisione della canzone.

2010: appuntamento a Oslo!

Eurofestival, dominio Norvegia

Mosca, 17 maggio - Non c'è mai gara: l'unico brivido è la volata per il podio, vinta all'ultimo collegamento dalla islandese Yohanna sul team di svedesi messo in campo dagli azerbaggiani. Solo quinta Jade Ewen. La delusione si chiama Sakis. Quarta la Turchia: l'ombelico paga sempre.

Battuto un nuovo record d'ascolto: le stime più prudenti parlano di 125 milioni di telespettatori: nel 2003 erano 63 milioni, meno della metà.

Eurofestival, il giorno dopo »

La prossima sede dell'Eurofestival

Nella capitale norvegese sono tre gli impianti che si contendono lo svolgimento del concorso 2010.

| Favorita la Telenor Arena »


Barbara Dex, vince l'Ungheria

La tutina elastico-mimetica dell'Ungherese Zoli Adok gli vale il riconoscimento Barbara Dax come performer peggio vestito dell'edizione Moscovita dell'Eurofestival

Zoli Adok

24 maggio - L'Ungheria non se ne va da Mosca a mani vuote. Zoli Adok iscrive il suo nome nella storia del costume eurofestivaliero come performer peggio vestito dell'anno.

Il premio Barbara Dex »


Le pagelle di Mister Bitter

Non c'è solo Eddy Anselmi a Mosca: un'altro commentatore italiano racconta le sue impressioni a caldo sulle prove della seconda semifinale. Secondo lui è l'Azerbaigian a rischiare qualcosa.

Le pagelle della seconda semifinale

Noblesse oblige?

Mister Musical Andrew Lloyd Webber non viene all' Eurofestival per fare la figura degli Scooch o di un Andy Abraham qualsiasi. L'ordine di esibizione non poteva essere migliore, e secondo molti è tempo che il trofeo ritorni a viaggiare verso ovest.

Un barone all'Eurofestival »

L’Eurofestival su grande schermo

Sabato 16 maggio 2008, a partire dalle 15, al cinema Don Bosco in Viale del Risorgimento 87 a Livorno, avrà luogo il Meeting ufficiale degli iscritti di OGAE Italy, il Fan club ufficiale dell'Eurofestival

OGAE Italy: tutti a Livorno

Dal carrello di YouTube...

di Laura Bonacini

Abbiamo fatto visionare tutti i filmati di presentazione delle canzoni. E abbiamo ricavato preziosi consigli per drogati dello shopping di tutta Europa.

Peccato che la francese non abbia scarpe »


Illusioni di settembre

di Emanuele Lombardini - Dima Bilan, Ani Lorak e i Pirates of The Sera a Carramba che fortuna!. Non sembrava neanche vero, ma mamma Rai ha detto ancora no.

L'ennesima occasione perduta »

Good Evening Europe!!

Cristina Giuntini, di Prato, è la presidente italiana di OGAE, e ci presenta le iniziative dell'associazione italiana dei fan Eurovisivi.

leggi...  leggi...

Le Pagelle

di EMANUELE LOMBARDINI

Emanuele Lombardini assegna il massimo dei voti a Soraya, l'Alexia di Estremadura »

leggi... Spagna, Spagna, Spagna!

Si avvia alla conclusione la 54ª edizione del Concorso Eurovisione della canzone. Il risultato sembra scontato.

Matchball per Rybak?

Sakis e Jade sperano ancora, la critica si schiera dalla parte di Patricia Kaas. Piacciono Islanda e Estonia.

Mosca, 16 maggio - E' il momento della verità: la Norvegia di Alexander Rybak e la sua Fairytale dovrebbero farcela, ma con più affanno del previsto. Grecia e Regno Unito scaldano i motori, la Francia potrebbe essere la grande sorpresa. Polemiche alla vigilia: Kirkorov si dimette da presidente della Giuria russa. La Spagna trasmette la semifinale in differita: rischio sanzioni.

Quote e pronostici » | Il Programma » ! Alla vigilia della finale »

Avanti i prossimi

Seconda semifinale: 19 canzoni. La finale sembra cosa fatta per Grecia, Norvegia e Azerbagian. Per gli altri sette posti è bagarre, e nessuno sembra sicuro di farcela. Lievemente avanti Ucraina e Moldavia: Lettonia e Slovacchia sembrano fuori dei giochi.

Previsioni e pronostici » | Il Programma »

Una poltrona per dieci

12 maggio - Prima semifinale, e primo brivido: Ce la faranno in dieci, usciranno in otto. Solo Bosnia, Turchia e Armenia sembrano avere la finale garantita mentre rischia la Svezia di Malena Ernmann.

 Poche nazioni sembrano sicure di farcela »


Chi fermerà Alexander Rybak?

12 maggio - Nessuna edizione dell'Eurofestival ha visto un favorito più favorito. Se gli scommettitori di tutta Europa avessero la sfera di cristallo, non ci sarebbe dubbio che il norvegese di origina bielorussa Alexander Rybak sarebbe il vincitore dell'edizione moscovita dell'Eurovision Song Contest. Ma dietro di lui sgomitano almeno in quattro

 Dominatore o Lepre?

Il programma dell'Eurofestival 2009

Tre serate, quarantadue canzoni, quattro presentatori (di cui due abbastanza scarsi, finora): i numeri di apertura e i numeri di intervallo dell'Eurofestival 2009.

1ª semifinale, 12 maggio | 2ª semifinale 14 maggio | Serata Finale 16 maggio

Il palazzo dello sport Olimpico

Dall'Eurolega all'Eurofestival, il palazzetto Olimpico di Mosca è uno degli impianti più grandi mai utilizzati per il Concorso Eurovisione della Canzone.

leggi... L'Eurofestival 2008 va in onda da uno dei palasport più grandi d'Europa


Appuntamenti a Mosca

Le prove, gli spettacoli, le promozioni, tutto quello che dovete sapere per seguire il Concorso Eurovisione della Canzone

leggi... L'agenda dell'Eurofestival 2009


Dove si vede l'Eurofestival?

leggi... Etere, Digitale, Internet, Satellite e Locali pubblici


F.A.Q. Domande più frequenti

L'Eurofestival è una manifestazione pressochè sconosciuta dalla gran parte del pubblico Italiano. Qui trovate le risposte alle vostre domande sull'evento e sui partecipanti

leggi... leggi...


Twelve points to...

Il regolamento dell'Eurofestival è semplice. Al termine dell'esecuzione dell'ultima canzone, è aperto il televoto in ognuno dei paesi partecipanti. Al termine, i punti sono annunciati in 43 rapidi collegamenti.

leggi... Lo stesso sistema elettorale dal 1975


Le canzoni in concorso

Le caratteristiche dei concorrenti: durata e lingua delle canzoni, nazionalità degli interpreti e altre regole eurofestivaliere.

leggi... Chi gareggia all'Eurofestival


Prove aperte: 2009

Norvegia: Alexander Rybak

Le prove ne confermano la consistenza: l'oriundo bielorusso Alexander Rybak può solo perdere

Portogallo: Flor-de-Lis

Non entusiasma i critici come Vânia Fernandes, ma Daniela Varela porta una ventata di freschezza sul palco di Mosca

Albania: Kejsi Tola

Classe 1992, è la più giovane in gara: solida e precisa, senza sbavature potrebbe qualificarsi

Paesi Bassi: The Toppers

I gigioni olandesi puntano tutto sul Camp, e potrebbero staccare il biglietto per la finale

Bielorussia: Petr Elfimov

Rock'n'Roll! Minsk mostra i muscoli, il caschetto da Nino D'Angelo e le chitarre a coda di rondine

Creative Commons License Questo sito è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons. Tutto il materiale presente questo sito è di proprietà dei rispettivi autori. Il materiale iconografico è presente al solo scopo documentale previa citazione della fonte. Eurofestival.com è un sito indipendente, non ufficiale, a carattere non periodico, non associato a EBU-UER e a nessuna delle reti televisive europee che organizzano o partecipano all' Eurovision Song Contest. Eurovision Song Contest è un marchio registrato di EBU-UER. [cc] 2007-2008 Eddy Anselmi Eurofestival.com WondersNeverCease. In collaborazione con Radio Città Fujiko.