Le canzoni della semifinale

La prima semifinale - il programma »

19 maggio 2008 Il riepilogo delle canzoni offerto durante la prova generale nel maxischermo della Beogradska Arena. Durante lo spettacolo, al posto dellàinserviente, ci sarà il tennista Novak Đoković.

La prima semifinale - il programma »

Galleria di foto

[clicca sulle fotografie per ingrandirle]

Didascalia (clicca per ingrandire)

I presentatori Jovana e Zeljko. Nessuno prima di loro ha condotto tre serate dell'Eurofestival in un solo anno.

Le note dell'orchestrina fanno a pezzi classici eurovisivi come mentre il simpatico balletto di apertura mostra una sfilata di personaggi in costume tradizionale serbo, che compongono i colori della bandiera di casa (clicca per ingrandire)

Le note dell'orchestrina fanno a pezzi classici eurovisivi come mentre il simpatico balletto di apertura mostra una sfilata di personaggi in costume tradizionale serbo, che compongono i colori della bandiera di casa.

La coreografia di Complice era stata proposta a Sandro Giacobbe per “Gli occhi verdi di tua madre” al festival di Sanremo 1976 (clicca per ingrandire)

La coreografia di Complice era stata proposta a Sandro Giacobbe per “Gli occhi verdi di tua madre” al festival di Sanremo 1976

La bonaccia slovena Rebeka Dremelj cerca di farsi notare portando al guinzaglio due ballerini vestiti di pelle con una maschera da giocatore di Rollerball. (clicca per ingrandire)

La bonaccia slovena Rebeka Dremelj cerca di farsi notare portando al guinzaglio due ballerini vestiti di pelle con una maschera da giocatore di Rollerball.

Le signorine coriste più deliziose della I semifinale accompagnano la norvegese Maria Haukas-Storeng, per l'occasione priva di cognome. (clicca per ingrandire)

Le signorine coriste più deliziose della I semifinale accompagnano la norvegese Maria Haukas-Storeng, per l'occasione priva di cognome.

La Bosnia e Erzegovina si affida a un coro di mondine vestite da sposa. (clicca per ingrandire)

La Bosnia e Erzegovina si affida a un coro di mondine vestite da sposa.

Didascalia (clicca per ingrandire)

La ‘cartolina’ che presenta la partecipazione dell'Armenia, disegnando la bandiere della nazione caucasica con spruzzi di vernice.

Chi non vorrebbe una fidanzatina come l'Armena Sirusho, la Shakira del Caucaso? (clicca per ingrandire)

Chi non vorrebbe una fidanzatina come l'Armena Sirusho, la Shakira del Caucaso?

Questo signore con i capelli da Sor Pampurio e la mazza ferrata è un corista della formazione finlandese. L'ascia bipenne l'ha già usata Mister Lordi nel 2006. (clicca per ingrandire)

Questo signore con i capelli da Sor Pampurio e la mazza ferrata è un corista della formazione finlandese. L'ascia bipenne l'ha già usata Mister Lordi nel 2006.

Beppe Maniglia muore d'invidia. La chitarra a coda di rondine la usavano i Rokes 40 anni fa però. (clicca per ingrandire)

Beppe Maniglia muore d'invidia. La chitarra a coda di rondine la usavano i Rokes 40 anni fa però.

Il tenore romeno Vlad Mirita è già una delle rivelazioni di questa 53ª edizione dell'Eurofestival. (clicca per ingrandire)

Il tenore romeno Vlad Mirita è già una delle rivelazioni di questa 53ª edizione dell'Eurofestival.

La posizione dell'ostrica innamorata dona pathos all'esibizione dell'artista circasso Dima Vilan (clicca per ingrandire)

La posizione dell'ostrica innamorata dona pathos all'esibizione dell'artista circasso Dima Vilan

Prima dell'esibizione, i ballerini greci sollevano la cantante Kalomira, la newyorchese 23enne Marie Carol Sarantis, (clicca per ingrandire)

Prima dell'esibizione, i ballerini greci sollevano la cantante Kalomira, la newyorchese 23enne Marie Carol Sarantis, figlia di Nikos e Heleni, di mestiere ristoratori. Appena 5 anni fa è stata eletta Miss Liceo.

Prima semifinale: i Miodio ci credono e tutta l’Italia fa il tifo per loro

Forza San Marino!

A dispetto delle gufate dei bookmakers, San Marino si gioca il tutto per tutto, e a giudicare dalle prove non è detta affatto l'ultima parola. I rumeni Nico e Vlad favoriti per l'accesso in finale. Bagarre tra ballate e ballerini orientaleggianti. Rischia l'Irlanda del pupazzo tacchino.?

 Stefan Filipović (clicca per ingrandire)

Stefan Filipović

I pantaloni di pelle

Montenegro 1. Montenegro - Zauvijek volim te - Stefan Filipović

In Montenegro senza un paio di pantaloni di pelle non sei nessuno. Come in Italia nel 1993. Le ragazze sono vestite come in una pellicola di Pedro Almodovar negli anni ottanta. La canzone si dimentica dopo qualche secondo. Non dovrebbe qualificarsi, anche se fa il suo lavoro con onestà.


Didascalia (clicca per ingrandire)

Boaz Mauda

La canottiera di Boaz

Israele 2. Israele - The Fire In Your Eyes - Bo'az Ma'uda

Boaz canta insieme a cinque compagni di merende vestiti come i Miodio e alti come lui. L'ultimo partecipante eurovisivo a cantare in canottiera era stato Dima Bilan a Atene 2006. Non fa errori, anche se la coreografia che sceglie non lo aiuta. Potrebbe essere una sorpresa, ma anche no.


La spettacolare conclusione di Leto Svet (clicca per ingrandire)

I Kreisiraadio

I caciaroni estoni

Estonia 3. Estonia - Leto svet - Kreisiraadio

Il terzetto di comici radiofonici e il terzetto di bionde stragambute che li accompagna potrebbero avere già prenotato il biglietto per Tallinn, tanto esiziali sono le possibilità di arrivare in finale. Cosa vuole dire Leto Svet? "Andiamo a casa", senza ogni dubbio.


Il divano di Geta Burlacu (clicca per ingrandire)

Geta Burlacu e il suo divano.

Troppo sofisticata?

Moldavia 4. Moldavia - A Century of Love - Geta Burlacu

La cantante jazz tascabile si esibisce sul divano con un orsetto di peluche e un fiore arancione e si fa accompagnare da un trombettista pur'esso in canottiera, come l'israeliano Boaz. Basterà per arrivare in finale? Scommettitori e fans dicono di no, ma la sua eliminazione non è affatto scontata.


Didascalia (clicca per ingrandire)

I Miodio e la ballerina

Basterà lo stile?

San Marino 5. San Marino - Complice - Miodio

In un Festival sopra le righe, la performance delicata e convincente dei Miodio rischia di passare inosservata. Nicola della Valle non sbava mai e riesce ad essere espressivo, aiutando la performance vocale con la teatralità espressiva del volto e del gesto. Peccato per l'illuminazione, arancione come uno svincolo autostradale. Le giurie potrebbero regalare al complesso di San Marino il biglietto per sabato sera.


Didascalia (clicca per ingrandire)

Il vestito di Soetkin Baptist

Che peccato

Belgio 6. Belgio - O Julissi - Ishtar

Una canzoncina deliziosa e di altri tempi, affidata a una regia distratta, non riesce a dare il meglio di sè. Il vestitino bianco e rosso pare prestato da Verka Serducka, e il disegno della scena fa rimpiangere le fotografie virate seppia della finale nazionale belga. L'anno scorso ne aveva usato uno simile l'islanda. Fuori al primo turno.


Il diavoletto e l'angioletto azeri (clicca per ingrandire)

Il diavoletto e l'angioletto azeri

8 milioni di buoni motivi

Azerbaigian 7. Azerbaigian - Day After Day - Elnur e Samir

Le voci di corridoio raccontano che il debutto eurovisivo dell'Azerbaigian è costato 8 milioni di euro. Oltre a organizzare un concerto all'aperto al castello di Kalemegdan, La base della canzone in gara è stata incisa da una vera orchestra in quel di Londra, e i fuochi d'artificio che gli azerbaggiani portano in scena fanno invidia a quelli della festa di Sant'Agata a Catania o al 4 luglio americano. Non dovrebbero mancare la finale.


Rebeka Dremelj, l'ex Miss Slovenia mostra i muscoli (clicca per ingrandire)

Rebeka Dremelj

Wonder Woman

Slovenia 8. Slovenia - Vrag naj vzame - Rebeka Dremelj

L'ex Miss Slovenia mostra i muscoli, si fa incatenare e mettere in gabbia, poi prende al guinzaglio i ballerini, in un perfetto scambio di ruoli tra padroncina e schiavetti. Gli ultimi uomini al guinzaglio li aveva portati Helena Paparizou, vincendo. Ma non è questo il caso.


La norvegese Maria, burrosa bionda(clicca per ingrandire)

Maria, burrosa bionda

Notte di stelle

Norvegia 9. Norvegia - Hold On Be Strong - Maria

Una canzone non particolarmente graffiante eseguita, questo si, con buona personalità.La regia regala alla performance norvegese una delle atmosfere migliori di questa prima semifinale: un grande aiuto in vista della finale di sabato. Necessario, si, ma sufficiente?


Non è Tori Spelling (clicca per ingrandire)

Non è Tori Spelling

American Nightmare

Polonia 10. Polonia - For Life - Isis Gee

Ve la ricordata Tori Spelling, quella di Beverly Hills 90210 che non voleva concedersi al fidanzatino? Somigli, cero, ma non è lei. Se fosse una gara di Karaoke avrebbe buone possibilità di finire addirittura sul podio. Ma è l'Eurovision Song Contest, e la cavallona polacco-americana lotta per uno strapuntino sull'autobus che porta in finale con una canzone di quelle che Whitney Houston scartava una ventina d'anni fa. Nei nostri incubi ce la potrebbe addirittura fare.


La regia svedese non aiuta il tacchino d'Irlanda< (clicca per ingrandire)

Il tacchino d'Irlanda

Caos in palcoscenico

Irlanda 11. Irlanda - Irelande Douze Pointe - Dustin the Turkey

Il primo pupazzo in concorso all'Eurofestival mette in scena una performance volutamente caotica, ma quello che doveva comunicare movimento e simpatia non è aiutato da una regia che pare non seguire il carrello del tacchino, e che potrebbe finire per danneggiarlo. Rischia di essere la prima vittima illustre di questa edizione.


La pettinatura greco antica di Gisela (clicca per ingrandire)

La pettinatura greco antica di Gisela

Che disastro!

Andorra 12. Andorra - Casanova - Gisela

Gisela si rovina con le sue stesse mani. Ha una canzone in puro stile Schlager che non dovrebbe faticare a essere gradita ai quattro angoli d'Europa, e cosa fa? La massacra cantandola malissimo, si veste come se fosse uscita dal set di Maciste contro tutti, con tanto di peplo, coturni e acconciatura alla Sor Pampurio e sceglie un'illuminazione da svincolo autostradale. Ma perchè?


Laka e Mirela, ovvero la versione bosniaca di Jack Nicholson e Elena Bonham Carter. (clicca per ingrandire)

Laka e Mirela

Il teatrino di Laka

Bosnia e Erzegovina 13. Bosnia e Erzegovina - Pokušaj - Laka

Mirela stende i panni, Laka esce dalla cesta del bucato, e quattro spose attempate sferruzzano sullo sfondo mentre sull filo della biancheria compare la parola Love. Per certo la più originale performance di questo Eurofestival. Li rivedremo per certo in finale sabato sera.


La sexy Sirusho. A tu per tu è un po' mascellona ma carina: sul palco si trasforma e diventa bellissima. (clicca per ingrandire)

La sexy Sirusho

Bambolina fotogenica

Armenia 14. Armenia - Qele Qele - Sirusho

A tu per tu Sirusho è un po' mascellona ma carina: sul palco si trasforma e diventa bellissima. I 4 ballerini che la accompagnano danno un contributo relativo alla performance, ma se non hai almeno 4 ballerini non vai da nessuna parte. La prima di una serie di canzoni uptempo orientaleggianti. Solo la matematica dice che può mancare la qualificazione.


Didascalia (clicca per ingrandire)

La marocchina Hind

Esotica Olanda

Paesi Bassi 15. Paesi Bassi - Your Heart Belongs To Me - Hind

Olandese di origine marocchina, Hind non fa nulla per nascondere le generose forme mediterranee, presentandosi con uno spacco che lascia intravedere abbondanti fianchi e provocanti autoreggenti. I 4 ballerini sono un must anche per lei. Da domani avrà più tempo libero.


I Teräsbetoni senza camicetta. (clicca per ingrandire)

I Teräsbetoni senza camicetta.

Rock'n'Roll!

Finlandia 16. Finlandia - Missä miehet ratsastaa - Teräsbetoni

Solo gli azerbaggiani sparano più fuochi d'artificio di questi guerrieri finlandesi, che si esibiscono a torso nudo. Sono metallari come lo erano Joey Tempest e gli Europe, ma per l'Eurofestival questo è puro rock. Dopo i Lordi, solo i finlandesi possono osare tanto.


Nico (lei) e Vlad (lui)(clicca per ingrandire)

Nico (lei) e Vlad (lui)

Viva l'Italia

Romania 17. Romania - Pe-o margine de lume - Nico e Vlad

La canzone dei rumeni Nico e Vlad cresce giorno per giorno nella considerazione della stampa accreditata, facendosi perdonare anche l'orribile illuminazione arancione e blu. Vlad, 26 anni, può avere un futuro. Per Nico (38) è l'ultima chiamata. E' l'unica canzone di pura scuola italiana che abbia già prenotato un posto in finale.


I tre grazi russi, Grazio, Graziello eccetera (clicca per ingrandire)

I tre grazi russi

Fatece largo che passamo noi

Russia 18. Russia - Believe - Dima Bilan

Di loro si è già detto tutto: che sono qui per vincere, che hanno la pista da pattinaggio sul palcoscenico, che se perdono vanno in Siberia, che la Russia non può permettersi di fallire in dirittura d'arrivo un'altra volta. Ci mettono 36 secondi a portare sul palco la pista di pattinaggio e 90 a toglierloSaranno vestiti di bianco. Il momento topico non sono le piroette di Plushenko, ma Dima che si strappa la camicia come Gino Latilla. In finale senza sorprese.


Kalomira fa la mossa (clicca per ingrandire)

Kalomira fa la mossa

Miss Simpson

Grecia 19. Grecia - Secret Combination - Kalomira

Kalomira ritenta la combinazione tutt'altro che segreta che tre anni fa ha assicurata la vittoria alla Grecia. Sicura di sè quando canta e circondata dagli immancabili 4 ballerini, porta in scena un gigantesco libro che si apre mostrando in cuore da pupazzo da cui lei stessa esce come un'Afrodite Botticelliana. Il momento più esilarante è pero quando dice grazie alla fine della canzone: tutta questa fatica per imparare la mossa e una parola ti fa sembrare subito un disegno di Matt Groening. In finale nonostante passi appena dopo la pubblicità.


Le 53 edizioni



I risultati

Voti e classifiche delle tre serate di Belgrado 2008

Prima Semifinale »
Seconda Semifinale »
Finale »

SAN MARINO: SPECIALE MIODIO

Debutto con stile

Una formazione di casa per la prima volta della Repubblica. Per convincere anche gli scettici.

Il concerto | L'intervista


SVIZZERA: SPECIALE PAOLO MENEGUZZI

L'eroe dei due mondi

Da Viña del Mar a Belgrado, passando per Sanremo.

l'intervista


LETTONIA: SPECIALE ROBERTO MELONI

Meloni come Modugno

Il primo italiano a tornare per due anni di seguito dal 1959.

l'intervista


Condividi questa pagina

Condividi questa pagina e il sito Eurofestival.com con la tua comunità di amici!

Tra i due litiganti...

28 maggio - Dima Bilan ha urlato «See you in Moscow» alla platea di Belgrado. Ma non è ancora detto, e le possibilità di San Pietroburgo non sono ancora azzerate.

La sede dell'Eurovision 2009 sarà resa nota entro due mesi »


Il circo bianco di Dima Bilan si impone nel 53° Concorso eurovisione della canzone

Eurofestival, vince la Russia

Il presidente russo Mevdevev telefona al vincitore. 2009: Mosca, San Pietroburgo o Soci?

Tutto come previsto, la Russia vince largamente. Ci prova solo la Grecia, ma si arrende nel finale e finisce al terzo posto. Seconda è l'Ucraina come nel 2007, quarta l'Armenia. Mai in gara il Portogallo, i Pirati sono undicesimi. Noti i risultati delle semifinali: Charlotte Perrelli salvata dalle giurie. I vincitori sono attesi a San Marino Martedì 3 giugno.

Il resoconto » | Il programma » | Le 25 canzoni »


Occhio al voto “amico”

di EMANUELE LOMBARDINI

I paesi nordici hanno cinque canzoni su cinque in finale, ma questo potrebbe nuocere alla scalata di Charlotte Perrelli. Dima Bilan e l'Ucraina gomito a gomito, ma i fratelli-coltelli del Baltico e del Caucaso potrebbero non fare il loro dovere. E occhio al Chiki chiki...

E se le giurie popolari ci regalassero una sorpresa? »

Si sgretola il blocco dell’est

di EMANUELE LOMBARDINI

Aria nuova a Belgrado: termina lo strapotere degli ex paesi di oltrecortina. Ma le canzoni più ricercate all'Eurofestival non pagano. Tra gli sconfitti, la musica italiana.

Comunque vada, in questo Eurofestival c'è aria nuova

Attenti a quei due

22 maggio - Seconda semifinale:Meneguzzi e Meloni tentano il tutto per tutto. Quella che sembrava una passeggiata per Svizzera e Lettonia si sta trasformando in una gara convulsa, combattuta e dall'esito ancora apertissimo. Gli scommettitori dicono che solo Cipro, Repubblica Ceca e Lituania sono fuori dai giochi.

Le 19 canzoni della II semifinale »

Presentato il nuovo trofeo dell'Eurofestival »


Piove sul bagnato: Dima Bilan canta per penultimo.

Il superfavorito estrae a sorte il miglior piazzamento possibile nella scaletta della finale. Neanche se Dima Bilan fosse stato d'accordo con l'organizzazione avrebbe potuto andargli meglio.

Ma il sorteggio non è trasparentissimo »


Miodio, grazie lo stesso!

20 maggio - Sorpresa Israele, fuori il tacchino Dustin. Ce la fanno Finlandia, Polonia e Norvegia .Passano tutti i favoriti tranne Irelande Douze Points. Vanno in finale come previsto Grecia, Romania, Bosnia e Erzegovina, Russia, Armenia. Dentro anche i milionari Azerbaggiani. Il Belgio fa ballare tutta la Beogradska Arena, ma non basta.

Finisce fra gli applausi l'avventura di San Marino »


Forza San Marino!

20 maggio - A dispetto delle gufate dei bookmakers, I Miodio si giocano il tutto per tutto, e a giudicare dalle prove non è detta affatto l'ultima parola. I rumeni Nico e Vlad favoriti per l'accesso in finale di una canzone in italiano. Bagarre tra ballate e ballerini orientaleggianti. Rischia l'Irlanda del pupazzo tacchino?

Prima semifinale: i Miodio ci credono e tutta l’Italia tifa per loro


«E’come alle Olimpiadi»

Paolo Meneguzzi, noto al pubblico italiano per le sue tante partecipazioni consecutive al festival di Sanremo, è all'Eurofestival di Belgrado in rappresentanza della Svizzera. L'abbiamo incontrato il giorno dopo la sua prima prova sul palcoscenico della Beogradska Arena.

«Sesto anche qui? A me piace sognare»


Diva Bilan

Sono passati solo due anni, ma il circasso Dima Bilan ritorna all'Eurofestival invecchiato di venti. A Belgrado, l'ex ragazzino di Atene 2006 è l'unico concorrente a comportarsi da vera e propria primadonna.

Sempre sopra le righe il favorito russo »


Il calendario delle prove

Domenica 11 | Lunedì 12 | Martedì 13 | Mercoledì 14 | Giovedì 15 | Venerdì 16 | Sabato 17 | Domenica 18


Alla festa, tutti nudi!

Incontriamo i cinque portabandiera di San Marino sui puff del Sava Center: hanno in concorso una canzone sofisticata, ma non rinunciano alla simpatia. E ci raccontano della loro evoluzione musicale e del loro amore per le concorrenti straniere.

«Charlotte, sposaci!»


Philip Kirkorov: il mio paese è l'URSS

Teatrale, spettacolare, innaturale, odiato, amato, potente e vendicativo. Cantante e produttore, dopo il sesto posto del bielorusso Koldun quest'anno è ancora in gara con la bella ucraina Ani Lorak.

Philip Kirkorov, lo zar della canzonetta »


Terry Wogan, la rivincita della radio

La stella eurovisiva della BBC non è il cantante che rappresenta il Regno Unito, ma il presentatore, anzi il radiocronista. Dicono che i suoi commenti siano l'unico motivo per cui una persona sana di mente può seguire l'Eurofestival.

Un baronetto all'Eurofestival »


Intervista col pirata

Sardo di Ardara, 30 anni, già sul palco di Helsinki 2007, Roberto Meloni torna in concorso per la repubblica baltica nell'inedita formazione dei Pirates of the Sea. E ci racconta le sue aspettative, i suoi pronostici e le strategie del team lettone.

Roberto Meloni si racconta a Eurofestival.com


Buon lavoro da OGAE Italy

Ci scrive Matteo Aldrovandi, presidente italiano di OGAE, presentando le iniziative dell'associazione dei fan Eurovisivi.

leggi...  leggi...


La squadra da battere

2 maggio 2008 - La Russia arruola la medaglia d'oro olimpica Evgeni Plushenko e lo Stradivari del violinista ungherese Edvin Marton. Ma una pista da pattinaggio sul ghiaccio può esser montata e smontata tra una canzone e l'altra?

leggi...  Ma la pista da pattinaggio è ancora in forse

Le Pagelle

di EMANUELE LOMBARDINI

Bocciata l'Estonia, promossa l'Albania. Lombardini pronostica sorprese e si sbilancia sulla Bulgaria

leggi...  L’ora degli Outsider


Miodio, che bella sorpresa

Siamo stati a Rimini, al Rock Island, per sbirciare il primo evento promozionale dei Miodio successivo alla loro convocazione a Belgrado.

leggi... Abbiamo visto dal vivo il gruppo con cui San Marino debutta in Europa


Stanchi di essere ultimi

di EMANUELE LOMBARDINI

Per Francia, Gran Bretagna, Germania e Spagna è cominciato il declino, culminato con una lunga serie di piazzamenti in fondo al gruppo e canzoni spesso imbarazzanti. Quest'anno tira aria nuova. Ma basterà?

leggi... La controffensiva dell'Ovest


Volata a due per l'Eurofestival 2008

Scommesse: Russia o Ucraina

24 maggio - A poche ore dalla finale, si accorciano le distanze tra la Russia di Dima Bilan e l'Ucraina di Ani Lorak. Secondo i bookmakers l'uinica concorrente in grado di infastidire la coppia di testa è la graca Kalomira. Dimezzate le chances di un bis serbo, perde ancora terreno Sirusho.

 Finlandia, sempre più su

Finale, è derby Kiev-Mosca

23 maggio - Solo l'Ucraina di Ani Lorak e Philip Kirkorov può contendere il titolo alla Russia di Dima Bilan, Evgeny Plushenko e Edvin Marton. I bookmakers ignorano le chances dellle portoghese Vânia, menre guadagna dieci posizioni il rock dei Teräsbetoni.

 Crolla l'Armenia, sale la Grecia, attenti alla Finlandia »


Svizzera e Lettonia, finale a rischio

22 maggio - L'ultimo bollettino degli scommettitori non regala niente di buono ai tifosi di Svizzera e Lituania. Paolo e i pirati di Roberto sono dati tra gli esclusi della finale, superati nelle previsioni da Ruslan Alehno, che rientra prepotentemente in gioco. La volata a otto per gli ultimi tre posti disponibili premierebbe Albania, Georgia e una tra Croazia e Islanda. Meno sicuri di ieri i Bulgari.

 si fa sotto la Bielorussia »


Sei canzoni per tre posti

21 maggio - La seconda semifinale vedrà un arrivo in volata per sei canzoni, secondo le previsioni dei bookmakers. Tre posti a disposizione, partendo praticamente alla pari con una lieve incollatura di vantaggio per l'Islanda. Tornano in gioco i pirati

 Rischio pubblicità per Croazia e Svizzera. »


Una formalità per tre?

20 maggio - Alla vigilia della prima semifinale il passaggio del turno sembra cosa fatta per Russia, Armenia e Grecia. Niente è scontato per gli ultimi posti disponibili, mantre perde quota il pennuto irlandese.

 Finisce l'effetto sorpresa di Dustin? »


Sempre più Russia

15 maggio - II bookmakers aggiustano le loro previsioni dopo la prima prova aperta al pubblico. Si consolidano le chances di Dima Bilan.

leggi... leggi... »


Attenti a quei quattro

7 maggio - I bookmakers dicono Russia, Serbia, Armenia e Ucraina. Perde terreno Charlotte Perrelli.

leggi... leggi...


Dima contro tutti

29 aprile - Le quote degli scommettitori e i pronostici di Eurofestival.com: aspettate il 25 maggio per comprare il biglietto per Mosca 2009.

leggi... leggi...


Ha vinto Belgrado

Sono state Belgrado e la Serbia le vere vincitrici dell'Eurofestival del 2008, non solo in termini economici. Lo scopo finale delle autorità e della popolazione serbe è stato quello di mostrare all'Europa il nuovo volto della nazione. Gli organizzatori pensano, con ragione, di averlo raggiunto.

La nuova immagine della Serbia »


Appuntamenti a Belgrado

Le prove, gli spettacoli, le promozioni, tutto quello che dovete sapere per seguire il Concorso Eurovisione della Canzone

leggi... L'agenda dell'Eurofestival 2008


I luoghi dell’Eurofestival »

Centro Stampa, EuroClub e Eurocafé, tutto quello che dovete sapere per Lavorare e rilassarsi a Belgrado durante la settimana dell'Eurovisione.

leggi... leggi... »


Alla scoperta di Belgrado

La settimana Eurovisiva rappresenta l'occasione per scoprire una città e un territorio rimaste lontane dalle principali direttici turistiche, ma non per questo meno ricche di interesse.

leggi... Fuori dalle rotte turistiche, la capitale Serba merita il viaggio.


Nikola Tesla, il mago dimenticato

Gli italiani quasi non lo sanno, ma senza il lavoro dell'ingegnere serbo Nikola Tesla, il nostro Guglielmo Marconi forse non avrebbe inventato la radio. Lampadine, radio, sistemi senza fili, tecnologia radar e guerre stellari nascono tutte da sue intuizioni

leggi... L'uomo che inventò il XX secolo


La Beogradska Arena

Uno degli impianti polivalenti più grandi e più moderni d'Europa, costruito sul modello dei palasport americani e capace di ospitare eventi sportivi, musicali, politici.

leggi... L'Eurofestival 2008 va in onda dal quinto palasport più grande d'Europa


La notte bianca dei Musei di Belgrado

Per la sesta volta, Sabato 17 maggio a Belgrado va in scena la Notte dei Musei, che quast'anno si snoda attraverso tutta la capitale serba attraverso diversi temi e percorsi raccomandati dagli organizzatori.

leggi... C'è tempo di visitare musei e gallerie


L'Eurofestival? Un affare!

2 maggio 2008 - Chi ha detto che organizzare l'Eurofestival non conviene? Una ricerca accademica commissionata dal Comune di Helsinki pare dimostrare il contrario.

leggi... Ospitare l'Eurofestival è una manna per l'economia e il turismo


Dove si vede l'Eurofestival?

leggi... Etere, Digitale, Internet, Satellite e Locali pubblici


F.A.Q. Domande più frequenti

L'Eurofestival è una manifestazione pressochè sconosciuta. Qui trovate le risposte alle vostre domande sull'evento e sui partecipanti

leggi... leggi...


Twelve points to...

Il regolamento dell'Eurofestival è semplice. Al termine dell'esecuzione dell'ultima canzone, è aperto il televoto in ognuno dei paesi partecipanti. Al termine, i punti sono annunciati in 43 rapidi collegamenti.

leggi... Lo stesso sistema elettorale dal 1975


Le canzoni in concorso

Le caratteristiche dei concorrenti: durata e lingua delle canzoni, nazionalità degli interpreti e altre regole eurofestivaliere.

leggi... Chi gareggia all'Eurofestival


Euro Vintage

Svizzera 1968: Gianni Mascolo

Meneguzzi non è il primo italiano in gara per la Confederazione

Irlanda 1975: The Swarbriggs

Non siamo a Nashville, siamo a Stoccolma

Russia 2003: t.A.T.u.

Si baciano? Si baciano? No, non si baciano. Ma le fischiano lo stesso.

Finlandia 2006: Lordi

Rock'n'roll! Dopo la vittoria dei Lordi, la piazza centrale di Rovaniemi è dedicata a loro.

Regno Unito 1981: Bucks Fizz

Complesso vocale creato a tavolino con meravigliose felpette di ciniglia colorata.

Creative Commons License Questo sito è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons. Tutto il materiale presente questo sito è di proprietà dei rispettivi autori. Il materiale iconografico è presente al solo scopo documentale previa citazione della fonte. Eurofestival.com è un sito indipendente, non ufficiale, a carattere non periodico, non associato a EBU-UER e a nessuna delle reti televisive europee che organizzano o partecipano all' Eurovision Song Contest. Eurovision Song Contest è un marchio registrato di EBU-UER. [cc] 2007-2008 Eddy Anselmi Eurofestival.com WondersNeverCease. In collaborazione con Radio Città Fujiko.